Riflessioni dei ragazzi della 1C e 1H #io resto a casa

Avatar utente

Personale scolastico

0

io resto a casaIO RESTO A CASA

Che cosa hanno fatto i ragazzi durante queste mattinate, giorni, mesi? A cosa hanno pensato?

Ecco i racconti, in poesia, su come alcuni ragazzi delle 1° C e 1° H abbiano trascorso la quarantena.

Sperando che la lettura porti un po’ di leggerezza e tenerezza a tutti!!!!

I ragazzi sono: Antoniello, Chiummiento, Colafrancesco, Delfini, Esu, Fontana, Gentili, Haxhinasto, Lazzarotto, Osmani, Redivivo, Rinaldi, Zippel (1° C) e Borta, Camiglieri, de Fabritiis, Rossi, Serratore (1° H)

 

Io resto a casa e … imparo

Non si sa da dove il virus sia arrivato

ma ci ha tutti rintanato.

Se io e i compagni a scuola non andiamo

in qualche modo pur studiamo.

Internet e il computer stiamo imparando ad usare

per fare i compiti e conversare.

Stando a casa si pensa solo a mangiare

io con la mamma ho imparato a cucinare.

Pane, pizza e calzoni tutte le sere prepariamo

e con la mia famiglia ci abbuffiamo.

Al parco vorrei andare e a pallone giocare

non mi resta che aspettare e intanto palleggiare.

Spero tanto che questa pandemia possa terminare

e amici e parenti al più presto riabbracciare.

                          

 Io resto a casa e penso

Durante il giorno, spesso, mi accade

di pensare a quello che potevo fare.

Solo ora ci possiamo rendere conto

di quanto eravamo fortunati e innamorati.

Le uscite con gli amici erano il nostro punto

di riferimento dove abbracciati ci sentivamo liberi dai pensieri,

felici di divertirci spensierati.

Io resto a casa e… ricordo

Il virus la scuola e gli amici ci ha portato via

ma stare con la famiglia è la cosa migliore che ci sia

mi affaccio al balcone dove in strada prima era pieno di gente

e adesso con il virus uscire non gli passa nemmeno per la mente

ma insieme ce la faremo e con un po’ di pazienza ce ne usciremo

IO RESTO A CASA E….

OSSERVO

Osservo le montagne che si vedono in lontananza dal mio balcone

sembrano quasi essere tutt’uno con il cielo,

sembrano poter toccare le nuvole fino a raggiungere il sole,

ed è proprio in quel momento che, davanti alla natura, mi sento

impotente, debole

come una formica davanti al mare increspato.

E io mi sento rinato,

su quella sedia tutto il giorno accovacciato,

il tempo passa

e la speranza aumenta.

IO RESTO A CASA E…….

Son chiuso in quarantena…

all’inizio non era una pena

ma dopo due mesi

i nervi so’ un po’ tesi.

Lezioni a distanza

da solo in una stanza

i compiti son molti

ma li faccio senza sconti.

Mi mancano i compagni:

per stare con loro 

oggi pagherei oro.

Aspettiamo il vaccino 

sperando sia vicino.

Poesia

Io resto a casa e …

penso a tutti gli infermieri,

penso a tutti i miei cari

e ai miei desideri.

Penso all’umanità e a

tutte le sue difficoltà

che supereremo con vivacità

senza approfittare della libertà.

Mentre qualcuno soffre

noi tutti lo aiuteremo

per credere molto di più

che TUTTI UNITI ce la faremo!

IO RESTO A CASA E…

Io resto a casa ed è solo noia,

poi rifletto: è possibile che diventi gioia?

Mamma e papà non vanno via,

ho un fratello ed una zia,

sono tutti a casa mia e nessuno può andar via!

Casa mia, casa mia la noia è andata via!

C’è il sereno, c’è l’amore, c’è il sorriso nel mio cuore!

Guardo fuori… poi ci andrò, ma per il momento resterò.

 IO STO A CASA E…

IO STO A CASA E…

PENSO:

A ME STESSA,

AL MONDO,

ALLA MIA FAMIGLIA.

IO STO A CASA E…

RIFLETTO:

SULLA MIA VITA,

SU QUELLO CHE STA SUCCEDENDO,

SU QUELLO A CUI SERVIAMO.

IO STO A CASA E…

SCRIVO:

LE MIE GIORNATE,

QUELLO CHE MI ACCADE,

QUELLO CHE SONO.

IO STO A CASA E…

STUDIO:

PER MIGLIORARE,

PER IMPARARE

E PER POI INSEGNARE.

IO STO A CASA E…

OSSERVO:

IL MONDO,

IL CIELO,

LA NATURA VIVA CHE NON HA 

MAI SMESSO DI

BRILLARE, DI VIVERE.

 

Io resto a casa e…

Osservo

Nella buia notte

né uccelli né insetti né marmotte,

tutti nelle proprie grotte;

non si fa vedere nessuno

ma di sicuro sta sognando ognuno.

I bambini nei loro letti felici

pensano a quando giocavan con i loro amici

e nella buia notte questo succede nelle proprie grotte.

Io resto a casa

Io resto a casa ed esploro la mia casa appena cambiata,

resto a casa e studio per imparare,

resto a casa e guardo film in famiglia,

resto a casa e mi affaccio annusando l’odore del vento,

resto a casa e cucino cibo dolce e salato,

resto a casa e gioco divertendomi,

resto a casa e mi immergo nella lettura di pagine di un libro,

resto a casa e ascolto  musica per rilassarmi e scatenarmi allo stesso tempo,

resto a casa e mi addormento aspettando il giorno dopo,

il giorno per uscire.

                                                                 

Io resto a casa e spero

Io resto a casa e spero

Spero e sono sicura che noi siamo gli imperatori del nostro impero

Spero che tutta questa tragedia finisca

E tutta questa negatività svanisca

Penso anche a quanto è bello studiare

E non pensavo esistesse un tale mancare

Intanto trovo passatempi

Sempre più soddisfacenti

Così almeno posso scordare

Tutta la tragedia che deve ancora capitare

Sto con il pensiero che ce la faremo

E sono sicura che quando torneremo a scherzare

Capiremo finalmente quanto è bello amare

Se non altro mi resta sperare

Perché anche se ce la faremo più di tanto non posso fare.

Io resto a casa e…

Io resto a casa e penso ai tempi lontani,                                                  

a scuola, con i miei amici e con i miei compagni,                                            

con Aiello, Antoniello e Andrea Bonanni,                                                      

e a tutti i momenti all’aperto insieme passati.

In questo periodo bisogna tenere duro,                                                          

e stare tutti a casa                                                                                 

per tornare meglio in carreggiata;                                                                  

e, se a casa restiamo, torniamo come un siluro.

Rispettare le regole è molto importante                                                       

così tutti staremo bene;                                                                           

 così a scuola torniamo a fare merenda tutti insieme                              

belli, buoni, bravi a giocare felicemente.   

Io resto a casa

Io resto a casa e mi sfogo giocando

tante mosse nuove al gioco sto imparando.

Andare a scuola ogni giorno mi manca

ormai solo il pensiero di stare a casa mi stanca.

Vorrei incontrare gli amici miei entrando in classe

non avrei mai pensato che una cosa così importasse.

Si sta a casa in famiglia e si mangia tanto

la mamma sembra che cucini anche per i vicini accanto.

Vorrei tanto che finisse al più presto questa quarantena.

Vorrei andare di nuovo al parco e giocare sull’altalena.

 

IO     RESTO    A     CASA    E…

ASPETTO

ASPETTO CHE TUTTO QUESTO FINISCA

PER TORNARE TRA I BANCHI DI SCUOLA

ASPETTO

ASPETTO CHE ARRIVI IL VACCINO

PER VIVERE ANCORA SERENI

PRESTO AVREMO LA CURA PER STARE VICINI E SCAMBIARCI UN ABBRACCIO

RIVEDREMO I VOLTI SENZA MASCHERINE E I SORRISI A LUNGO NASCOSTI

POTREMO DI NUOVO VIAGGIARE SENZA FIRMARE SCARTOFFIE

AVREMO DI NUOVO IL PIACERE DI ESSERE LIBERI INSIEME

Roma 12 maggio 2020

 

IO RESTO A CASA E…,                          

Ballo , canto e 

mi diverto  

come non ho mai fatto.

Piano piano saremo tutti 

più forti .

Piano piano ritorneremo 

con le nostre abitudini

sia brutte che 

belle.

Noi bambini torneremo 

a scuola 

e i grandi a lavoro.

E speriamo di porre presto 

fine 

a questa brutta 

avventura 

che ricorderemo per tutta la vita.

Mi immagino il futuro

aspettando un abbraccio puro e sicuro ,

mentre penso agli infermieri

che combattono insieme ai carabinieri .

Solo con le precauzioni e con maggiore attenzione 

arriveremo alla conclusione

ANDRÀ TUTTO BENE

 

Poesia

 Io resto a casa e vivo in armonia,

Senza paura ma con tanta allegria.

Sperimento di tutto,

Dalla pizza al tortino,

E rifletto su quello che mi aspetta al mattino.

Tra videolezioni e studio costante,

Rendo la mia mente ancora più brillante.

Quando tutto questo finirà,

Una nuova luce nel mondo splenderà.

Ascolto il mio cuore,

Che non vuole dormire,

Perché intrepido vuole uscire.

Lui è felice e sa aspettare,

Il giorno in cui a scuola potremo tornare.

Io resto a casa e ……

Io resto a casa e il tempo si è fermato

ripenso ai bei momenti, ora tutto è cambiato.

 

Apro i libri di storia e geografia,

sogno un antico guerriero che mi porti via

a visitar quei posti tutti colorati,

ma fuori dalla finestra solo palazzi malandati.

 

Sommo numeri, risolvo equazioni,

vedo scale di poligoni scender dai balconi

a passeggiar in strade lunghe ed affollate,

ma per ora sono vuote, fredde e desolate.

 

Ripasso i pronomi, guardo i viaggi di Ulisse,

desidero che l’otre regalata da Eolo “si aprisse”

ed a cavallo dei venti sulla città volare,

ma chiese e monumenti non sanno a chi parlare.

 

Io resto a casa uniti ce la faremo

andrà tutto bene ed il virus sconfiggeremo!

 

 

   

       

 

Documenti

io resto a casa

png - 3 kb